Heavyworlds

FIND US ON Facebook Twitter Flickr Youtube
x
 
 
 
 
 
 
You are here::
 
 
Domenica 18 Giugno 2017 12:24

Kelly Sundown Carpenter

Written by  Sabrina Agasucci
Rate this item
(0 votes)
Kelly Sundown Carpenter

[SCROLL DOWN FOR THE ENGLISH VERSION]

Siamo oggi in compagnia di Kelly Sundown Carpenter, cantante texano noto per aver prestato la sua voce al progetto Beyond Twilight, dopo Jorn Lande ed anche per aver militato nei Firewind ed altre band minori. Recentemente però è diventato ufficialmente la voce della band francese Adagio e di quella svedese dei Civil War, due formazioni che con un singer del genere potranno solo che giovarne. Sentiamo cosa mi ha raccontato, al ritorno del primo tour con la band Civil War.

- Ciao Kelly, come va?

Hey ciao! Sto benissimo. Mi sto godendo un po' di sole nella mia casa in Belgio.

- Bene, allora iniziamo a parlare del festival Metal Over Malta, dove ti ho finalmente visto live per la prima volta (ottima performance direi). Com'è stato il fest?

Grazie! Tutto lo staff del Metal Over Malta è stato veramente gentile e si è preso cura di noi. Il pubblico lì era entusiasta, quindi come mio primo show con i Civil War è stato un bel posto.

- Eri preoccupato di dover imparare tutte le canzoni in meno di un mese?

Con la band eravamo d'accordo per suonare in questa location con un breve preavviso e visto che di solito nei festival suonano 30 o 45 minuti, ho detto di sì immediatamente. Solo dopo ho visto che eravamo headliner della prima sera, quindi ho dovuto faticare per imparare più canzoni rispetto a quanto mi aspettavo. Alla fine però è andata bene.

- Come mai hai deciso di partecipare all'audizione per i Civil War?

Beh, in realtà non l'ho fatta. Daniel Myhr, il tastierista della band, mi ha contattato per chiedermi di entrare a far parte del gruppo dopo che Nils ha annunciato inaspettatamente la sua dipartita. Sono andato ad ascoltare alcuni loro brani e devo dire che mi è piaciuto veramente quello che fanno, quindi mi sono detto "facciamolo!". Sono molto contento di essere nella band e penso di trovarmi già molto bene in questa formazione.

- Sei appena tornato dal tour con loro. Com'è andata? Sei pronto per i festival estivi?

Il tour è andato molto bene ed è stata l'occasione per iniziare subito a costruire la buona sintonia per suonare insieme sul palco. Ora possiamo davvero esplodere, siamo pronti! Ci siamo divertiti anche con le support band, Nightmare e Athanasia. Grandi band, ottime persone e tanta birra!!! I Civil War quest'estate saranno in qualche festival, non vedo l'ora!

- Diversi mesi fa, sei anche entrato "ufficialmente" a far parte di un'altra band molto bella, gli Adagio. Quali sono i prossimi step con loro?

Sono stato coinvolto nel progetto Adagio in diverse occasioni negli ultimi anni, fin da quanto ho cantato per loro durante il tour giapponese del 2007. Quando Stephan Forte mi ha contattato la band stava uscendo da un intervallo, prima di riprendere con l'ultimo album. Sono dunque andato a Parigi per parlare con lui bene di ogni cosa e alla fine sono entrato a far parte del gruppo in maniera ufficiale. In meno di un mese ero già in studio per registrare le linee vocali del nuovo album. Lì abbiamo anche terminato i testi e qualche intermezzo rimasto ancora incompleto. E' stato un lavoro frenetico ma alla fine "LIFE" è stato completato, stampato e distribuito. L'ultimo video uscito è per la canzone "Darkness Machine" e nei prossimi mesi inizieremo la promozione vera e propria.

- Dopo i Beyond Twilight, hai continuato a cantare per Zierler. Com'è stato lavorare per un così grande compositore?

Lavorare con Finn Zierler è una delle cose che più ti completa a livello artistico, rispetto a tutto il resto. Quando ho iniziato a lavorare con lui su Beyond Twilight - Section X, ho veramente cominciato a sviluppare la mia abilità nell'improvvisazione in studio e nel recitare dietro al microfono. C'è una sorta di magia oscura che sembra circolare tra di noi quando lavoriamo insieme. Ci chiudiamo in un piccolo spazio scomodo dove canto di solito più di 24 ore di fila. Il programma intenso e queste condizioni, spingono corpo e mente oltre i loro limiti. Il tuo modo di fare, da te così prevedibile ormai, scompare completamente e ti senti libero di creare qualcosa di inaspettato. Non c'è niente simile a questo. Sono orgoglioso per esempio della canzone "Water" sull'album di Zierler, ESC, durante la quale ho improvvisato l'intera linea melodica in studio. Spero di riuscire a lavorarci insieme ancora e presto.

- Provieni dal Texas ed ora vivi qui in Europa (in Belgio). Ti sei trasferito per la musica? C'è una grande differenza tra il mercato musicale europeo ed americano? Nell'ambito del metal intendo :)

La scena metal europea è completamente diversa da quella americana. Lì il mercato è quasi interamente dominato dal genere extreme. Visto che sono un cantante e non un growler od un grunter, mi sento appartenere alla scena europea.

- Come ti senti qui in Europa? Ti manca qualcosa tipicamente americana?

Non poter parlare la mia lingua natale mi manca ogni giorno a volte ti fa isolare...ma poi mi manca anche il cibo Tex-Mex, il clima ed ovviamente famiglia ed amici.

- Potresti menzionare un musicista/band che ti ispira più di tutti?

Ronnie James Dio è e sempre lo sarà, il mio eroe per tante ragioni. Prima fra tutte quella di essere uno dei più grandi cantanti e autori (melodie e testi) al mondo ed anche una persona così carina con i suoi fan. In questo mondo capita d'incontrare ogni genere di persona e molte di loro si comportano come bambini viziati. Per me, Ronnie era l'esempio migliore di come ci si possa comportare e anche di come si debbano trattare gli altri.

- La nostra intervista è finita grazie per il tuo tempo! Ci vediamo on the road! (E più esattamente al More Than Fest, ahah)

Grazie Sabrina e ci vediamo lì!


[ENGLISH VERSION]

- Hello Kelly, how are you?

Hello there! I’m going great. Enjoying some sunshine here at my home in Belgium.

- Let's start talking about Metal Over Malta, because that's the very first show where I've finally seen you live (great performance I must say). How was the fest?

Thanks! All of the folks involved with Metal Over Malta were very friendly and took good care of us. The audience there was really enthusiastic, so it was a great place to play my first show with Civil War.

- Were you worried learning all the songs in less than one month?

We agreed to play this fest on short notice and since bands usually only play 30 to 45 minutes at a festival I said yes immediately. I later found out that we were going to be headlining one of the nights, so I had to scramble to learn a lot more songs than expected. In the end it turned out fine.

- Why you decided to do the audition for Civil War?

Well, I didn’t actually audition. Daniel Myhr, Civil War’s keyboardist contacted me about joining after Nils left the group unexpectedly. I checked out some of their songs and really liked what they were doing so I said “let’s do it!”

I’m really happy to be in the band and think we fit very well together.

- You’ve just come back from the tour with them. How was it? Ready for summer festivals?

The tour went well and gave us a chance to get a feel for playing together onstage. Now, we’re firing on all cylinders and ready rock. We all had a good time with Nightmare and Athanasia on the road. Great bands, great people and lots of beer! Civil War has a few summer fests lined up, really look forward to that!

- Months ago, you've also “officially” joined another cool band, Adagio. What are the next plans with them?

I’ve been involved with Adagio on and off over the years since I fronted the band on their Japan tour in 2007.They had been on a bit of a hiatus when Stephan Forte contacted me about doing their comeback album last year. I went out to Paris and sat down with him, talked it over and agreed to join. In less than a month I was in the studio recording vocals for the album. We were actually finishing lyrics and some musical parts while in the studio, so it was very hectic but now the album “LIFE” is completed, pressed and is going out to the fans as we speak. We have a video out now for “Darkness Machine” and we’ll begin promoting the album in the coming months.

- After Beyond Twilight, you  continued singing for Zierler. How is it to work with such a great composer?

Working with Finn Zierler has been one of the most artistically fulfilling things I’ve ever done. When I started working with him on Beyond Twilight–Section X, I really began to develop my ability to improvise in the studio and become an actor behind the microphone. There’s this sort of dark magic that seems to flow between us when we’re working together. We get into a very uncomfortable space created by insanely long recording sessions where I sing for more than 24 hours at a time. The intense schedules and conditions push your body and mind beyond their limits. Your old, predicable self falls away and you are free to create something unexpected. There’s nothing like it. I’m quite proud of the song “Water” on Zierler- ESC for which I improvised the entire melody line on the studio. Hope we get a chance to work together again soon.

- You come from Texas and now you are living here in Europe (Belgium). Did you move because of music? Is there any big difference between the European music market  and the American one? Talking about metal, of course :)

The European metal scene is far more diverse than the US scene. The market in America is almost completely dominated by extreme metal.  Since I’m a SINGER not a growler or grunter, the European scene is where I belong.

- How do you feel here in Europe? Do you miss something typically American?

The my mother language is something I miss in my day to day life, that can be isolating but I also miss Tex-Mex food, the weather and some of my friends and family back in the states.

- Could you name a musician/band that inspires you the most?

Ronnie James Dio is and forever will be my hero for so many reasons. On top of being one of the greatest singers, melodists and lyricists in the world, he was kind and gracious to his fans. In this business you meet all kinds of folks and some of them act like spoiled little children.  For me, Ronnie was the best example of how one should carry oneself and treat others.

- Our interview is over, thank you very much for your time. See you on the road! (Exactly at More Than Fest ahah)

Thanks Sabrina and I’ll see you at More Than Fest!!

 

 

 





Sabrina Agasucci