Heavyworlds

FIND US ON Facebook Twitter Flickr Youtube
x
 
 
Banner
 
 
 
 
You are here::
 
 
Martedì 01 Agosto 2017 20:56

RINGS OF SATURN - Ultu Ulla

Written by  Valerio Ferrari
Rate this item
(0 votes)
RINGS OF SATURN - Ultu Ulla

Più ci si mette d’impegno in un progetto e maggiore è la possibilità che possa piacere…il genere conta relativamente e, superate le aspettative pecuniarie, credere con anima e corpo in ciò che si fa può realmente rappresentare la differenza. Ovviamente ci vogliono intelligenza e astuzia, ma senza un’irrefrenabile voglia di fare non si arriva lontano.


Lucas Mann ce l’ha fatta…ce n’è voluta, ma le prerogative erano indiscutibilmente di valore. Ormai giunti al quarto disco e approdati felicemente in Nuclear Blast, i quattro americani focalizzano ancora più attentamente la personalizzazione del proprio deathcore…potenza, precisione, velocità e impatto si uniscono ad un vario sistema di arrangiamenti che rende la fruizione naturale e rilassata, riuscendo a risvegliare quell’attenzione che molti platter del genere sacrificano in nome del mero virtuosismo.


La produzione fredda e digitale permette una più facile assimilazione dei brani, avendo anche il compito di proiettare l’ascoltatore nel vasto universo Rings Of Saturn direttamente dalla poltrona; i suoni sono agghiaccianti e opprimenti, sorretti da un mastering soprafino e da un mixing professionale, e le performance killer spaccherebbero anche la schiena più allenata. Sopra a tutti Aaron Stechauner dietro i tamburi e Ian Bearer al microfono colpiscono per ispirazione e dinamismo, risultando gli elementi chiave di queste dieci tracce.


Servant Of This Sentience”, “Immemorial Essence” e “Prognosis Confirmed” possono anche essere capitoli standard del genere risultando quelli più fruibili nonostante la verve progressiva; ma al cospetto di “Parallel Shift”, “Margidda”, “Harvest” e “Inadequate” scoprirete di cosa sono realmente capaci Lucas Mann e soci, grazie ad una ragionata dose di elementi che vivono assieme orgogliosamente. “The Relic” rimane appena sotto, “Unhallowed” è un soave intermezzo e “The Macrocosm” una strumentale con le contropalle.


Ultu Ulla” forse non sarà nulla di innovativo nel mondo deathcore tuttavia mantiene l’interesse alto e il margine di assimilazione ne esce incrementato; ai Rings Of Saturn auguro di cuore di continuare a sfornare album simili, che riescono a catalizzare anche chi non è un vero adepto di certe sonorità.


  • Voto: 7,5
  • Genere: Deathcore
  • Sito Web: http://www.facebook.com/RINGSOFSATURBAND
  • Anno: 2017
  • Casa Discografica: Nuclear Blast Records
  • Gruppo: Rings Of Saturn
  • Old Cover:
  • Line Up: Lucas Mann: Guitars, Bass & Synths
    Ian Bearer: Vocals
    Aaron Stechauner: Drums
    Miles Dimitri Baker: Guitars
  • Tracklist: 01. Servant Of This Sentience
    02. Parallel Shift
    03. Unhallowed
    04- Immemorial Essence
    05. The Relic
    06. Margidda
    07. Harvest
    08. The Macrocosm
    09. Prognosis Confirmed
    10. Inadequate
Valerio Ferrari