Heavyworlds

FIND US ON Facebook Twitter Flickr Youtube
x
 
 
 
 
 
 
You are here::
 
 
Martedì 01 Agosto 2017 21:02

RAGE - Seasons Of The Black

Written by  Valerio Ferrari
Rate this item
(0 votes)
RAGE - Seasons Of The Black

Le grandi band hanno sempre carattere e, nel bene o nel male, sanno come dimostrarlo; succede spesso di non apprezzare un’uscita nel breve, ripudiando la nuova visione musicale in favore di un attaccamento morboso al passato, tornando poi sui propri passi dopo anni e riscoprendo quella magnificenza che si celava a pochi centimetri di distanza.


I Rage possono plasmarsi ad esempio per il concetto di camaleontismo; complici i cambi di lineup che hanno caratterizzato gli ultimi vent’anni, il trio ha saputo cavalcare le varie mode power quasi sempre con risultati soddisfacenti, puntando a rinverdire il proprio sound con modernità e prospettiva e assumendosi qualche responsabilità pioneristica…i nuovi Rage, ovvero Wagner/Rodriguez/Maniatopoulos, rappresentano il sunto perfetto di tutto le ere del combo teutonico creando un connubio fresco e sostanziale senza troppi fronzoli.


Seasons Of The Black” assume una posizione di rilievo nella discografia di Peavy e soci, in quanto conferma l’ottimo status compositivo e la ‘presenza’ esecutiva; la produzione è oscura e all’avanguardia nei tipici canoni della band, con un mixing e un mastering che pompano ostinati sia la forza ritmica che gli arrangiamenti fluidificati. Le performance sono studiate nel minimo dettaglio, unificate, dirette e prive della minima imperfezione, grazie anche all’utilizzo di una gamma di suoni limpidi e ottenebranti che fanno la differenza.


Già dalla titletrack si capisce che la propensione per i midtempos pomposi rappresenta la vera natura dell’act tedesco; “Serpents In Disguise”, “Septic Bite” e “Walk Among The Dead” picchiano pesanti sotto il vocione maturo di mr. Wagner mentre la vena melodica fuoriesce nella più easy “Time Will Tell”. Menzione a parte se la meritano le azzeccatissime “Blackened Karma” e “All We Know Is Not”, pezzi da novanta in chiave live, mentre la passione orchestrale si palesa nella suite finale “The Tragedy Of Man”, divisa in quattro parti epiche e devastanti grazie ad un ragionato uso degli arrangiamenti.


“Season Of The Black”, a distanza di poco più di un anno dal precedente “The Devil Strikes Again“, è la testimonianza dell’ottima salute di una di quelle realtà che ha attraversato (quasi) indenne più di trent’anni di mode e generazioni musicali…ci sono l’esperienza di Peavy e la gioventù di Rodriguez e Maniapoulos in gioco, e la sostanza non solo ha iniziato a prendere forma ma appare più che mai convincente.


  • Voto: 7,5
  • Genere: Power Metal
  • Sito Web: http://www.rage-official.com/
  • Anno: 2017
  • Casa Discografica: Nuclear Blast Records
  • Gruppo: Rage
  • Old Cover:
  • Line Up: Peter 'Peavy' Wagner: Lead Vocals & Bass
    Marcos Rodriguez: Guitars & Backing Vocals
    Vassilios 'Lucky' Maniatopoulos: Drums & Backing Vocals
  • Tracklist: 01. Season Of The Black
    02. Serpents In Disguise
    03. Blackened Karma
    04. Time Will Tell
    05. Septic Bite
    06. Walk Among The Dead
    07. All We Know Is Not
    08. The Tragedy Of Man:
    a. Gaia
    b. Justify
    c. Bloodshed In Paradise
    d. Farewell
Valerio Ferrari