Heavyworlds

FIND US ON Facebook Twitter Flickr Youtube
x
 
 
 
 
 
 
You are here::
 
 
Lunedì 23 Ottobre 2017 19:53

OZ - Transition State

Written by  Sabrina Agasucci
Rate this item
(2 votes)
OZ - Transition State

Gli Oz sono un gruppo finlandese che vede le sue origini alla fine degli anni ’70 ed un primo album nell’82. Da allora, si sono susseguiti tantissimi avvenimenti, che hanno segnato la storia della band, compresa la forzatura a stare lontani dalla scena per diversi anni, prima di tornare con questo inedito, “Transition State”, uscito il 20 ottobre sotto AFM Records.

La casa discografica non è solita smentirsi per le sue scelte; la qualità della band traspare infatti fin dalle prime note.

La prima cosa che possiamo notare è lo stile, rimasto incatenato alla sua radice purista, con una produzione che però lo svecchia. Nella line-up corrente abbiamo alla voce Vince Kojvula, che se la cava molto bene, pur non essendo noto nell’ambiente, come del resto tutti gli altri, poiché l’unico membro originale è il batterista e fondatore della band, Mark Ruffneck. La band si definisce molto True, ma non posso non evidenziare diversi elementi che rendono qualsiasi pezzo estremamente melodico e più vicino ad un mix tra Metal ed Hard Rock. Parecchi solo ben costruiti e mai ripetitivi, riff incalzanti, una voce tutt’altro che inesperta e quella ricerca di melodia che lascia sempre una base mai scarna, tessendo un tappeto sinfonico onnipresente.

Drag You To Hell” è sicuramente uno dei pezzi più interessanti, con diversi cambi ritmici e voce leader, che segue una linea ben precisa, con accenti che danno un picco di qualità ed emozione, coinvolgendo a 360° l’ascoltatore.

Si procede nell’ascolto e ad un certo punto arriva un altro brano degno di nota, “The Witch”, forte come un turbine e senza respiro, tranne per una breve manciata di secondi verso la fine.

Ultimamente non capita spesso di ricevere una nuova uscita che sorprende tanto; credo che gli Oz, pubblicizzando bene quest’album, possano conquistare una buona fetta di nuovi ascoltatori, dall’Heavy all’Hard Rock e perfino qualcuno più focalizzato sul Glam.

Esplorare con intelligenza nuovi territori tramite sfumature di sound che rimangono però ancorate ad una base classica non è da tutti; gli Oz ci sono riusciti senza annoiare l’ascoltatore finale.


  • Voto: 9
  • Genere: Heavy Metal
  • Sito Web: www.ozofficial.com
  • Anno: 2017
  • Casa Discografica: AFM Records
  • Gruppo: Oz
  • Old Cover:
  • Line Up: Vince Kojvula: Vocals
    Mark Ruffneck: Drums
    Peppy Peltola: Bass
    Johnny Cross: Guitar
    Juzzy Kangas: Guitar

  • Tracklist: 01. Bone Crusher
    02. Restless
    03. Heart Of A Beast
    04. Drag You To Hell
    05. Whore Of Babylon (Bonus Track)
    06. The Witch
    07. In A Shadow Of A Shotgun
    08. Never Close Your Eyes
    09. The Mountain
    10. Demonized
    11. We'll Never Die
    12. Sister Red (Bonus Track)
    13. Midnight Screams (Bonus Track)
Sabrina Agasucci