Heavyworlds

FIND US ON Facebook Twitter Flickr Youtube
x
 
 
 
 
 
 
You are here::
 
 
Lunedì 12 Marzo 2018 01:35

KANTICA - Reborn In Aesthetics

Written by  Fabio Polesinanti
Rate this item
(0 votes)
 KANTICA - Reborn In Aesthetics

Album di debutto per i KANTICA, italianissima e giovane band nata dai Keeper of Time. La band nasce dall'idea e dal progetto del chitarrista Matteo "Vevo" Venzano, che grazie ad una line up stabile a partire dal 2017 riesce finalmente a rendere concreto il suo progetto.

La band si muove sulle coordinate di un Symphonic Metal, con venature a tratti Power, a tratti più Heavy, senza tralasciare intermezzi operistici ed orchestrali. Dietro il microfono la brava Chiara Manese, che riesce a dare personalità all'interno delle varie song dell'album.

L'iniziale "Fascination of Element", dà il via al disco dopo la classica intro epicheggiante, alternando parti molto heavy a parti più lente ed emozionanti. Ritmo e tastiere in primo piano invece per "And Then There was Pain", così come anche in "Hellborn Rust". I riferimenti della band si percepiscono, e richiamano su tutti Nightwish ,Epica e Vision of Atlantis. Il disco procede piacevole, con i pro ed i contro di un album di esordio. A volte i riferimenti e le citazioni ai mostri sacri sono un po' troppo evidenti, e si rischia di perdere un po' in originalità, ma nonostante questo si incontrano pezzi notevoli, come "Albatross" , "From Decay to Ascension" e la trascinante "Illegimate Son", probabilmente il brano che riesce meglio a mettere in luce adeguatamente le potenzialità musicali dei KANTICA e la loro personalità. Anche in "Lovecide" troviamo ottime idee e un dosaggio calibrato e corretto, tra parti lente, parti orchestrali e accelerazioni.

Questo equilibrio in un disco del genere è sicuramente molto difficile da trovare ed è una caratteristiche che forse la band deve ancora mettere a punto al meglio, ma le idee e la volontà si percepiscono sicuramente attraverso le 11 tracce, che si concludono con un altro buon brano dal titolo "Mescaline".

Si sa che non è semplice muoversi tra i numerosi gruppi del genere, ma la band con questo suo album d'esordio, pur con qualche difetto, assolutamente giustificato, riesce a fornire una buona prova musicale e di coinvolgimento per gli amanti di queste sonorità, che di sicuro scopriranno una nuova band da seguire con interesse. Si migliora giorno per giorno con l'esperienza, e questo è sicuramente un deciso passo verso la maturità artistica e il salto di qualità che i KANTICA sono assolutamente in grado di fare.

  • Voto: 7
  • Genere: Symphonic Metal
  • Sito Web: https://www.facebook.com/kanticaofficial
  • Anno: 2018
  • Casa Discografica: Revalve Records
  • Gruppo: Kantica
  • Old Cover:
  • Line Up: Chiara Manese - Vocals
    Matteo Venzano - Rhythm Guitar
    Andy K Cappellari - Lead Guitar
    Fulvio Decastelli - Bass Guitar
    Enrico Borro - Keyboards
    Titti Cotella - Drums
  • Tracklist:
    01. (Re)Born Unto Aestheticism
    02. Fascination of the Elements
    03. And Then There Was Pain
    04. Hellborn Lust
    05. Albatross
    06. R.E.M. State
    07. From Decay to Ascension
    08. Illegitimate Son
    09. Psychological Vampire
    10. Lovecide
    11. Mescaline 

Fabio Polesinanti