Loading

ELUVEITIE – Evocation II -Pantheon

Le nostre origini dicono chi siamo e quali valori portiamo nel cuore…ci si può avventurare sprovvedutamente nella modernità, tuffarsi nel vasto oceano della tecnologia o volare nell’estatica brezza dell’avanguardia, ma dentro di noi vivrà sempre una sottile fiamma a sottolineare da dove veniamo.

E forse questo rimane il vero segreto del movimento folk, quello onesto, che ha invaso la Terra negli ultimi tre lustri…uno degli act più interessanti e motivati porta il nome di Eluveitie, ormai divenuto uno dei punti di massimo riferimento del genere. A tre anni dal celebratissimo “Origins” la band torna a far parlare di sé con la seconda parte del concept “Evocation”, già iniziata nel 2009 all’indomani del successo planetario di “Slania”. Nonostante i cambiamenti sostanziali nella line up, dove l’unico sopravvissuto è il mastermind Chrigel Glanzmann, il percorso del disco ricalca la prima parte, ovvero una doccia gelida di musica celtico/gaelica fortificata dall’ambientazione boschivo/montana elvetica.

La produzione è legata a doppio filo con le strutture delle songs, riuscendo a miscelare impatto e dolcezza con disinvoltura; i suoni sono oscuri e nebbiosi mentre le performance accarezzano l’ascoltatore entrandogli nelle membra, specialmente l’eccelsa Fabienne Erni che non fa rimpiangere minimamente Anna Murphy. Il compito più arduo se lo avoca il mixing, dove ogni singolo suono viene soppesato con pignoleria.

Evocation II – Pantheon” è un album da scoprire sia musicalmente che concettualmente…il consiglio è di avventurarsi senza pregiudizi, godendo della parte strumentale in abbinamento alla magia (nel vero senso del termine) dei testi…di metal neanche l’ombra, solo qualche spruzzatina di rock senza forzature nelle sezioni ritmiche, e non se ne sente la mancanza.

Se siete alla ricerca di un modo diverso di intendere la musica l’avete trovato…benché molti possano obbiettarne, un disco è un’opera d’arte completa capace di unire aspetti strumentali, culturali e grafici. L’intelligenza con cui viene realizzato, poi, fa la differenza.

  • 8 /10

  • ELUVEITIE Evocation II

  • Tracklist
    01. Dvressu
    02. Epona
    03. Svcellos II (Sequel)
    04. Nantosvelta
    05. Tovtatis
    06. Lvgvs
    07. Grannos
    08. Cernvnnos
    09. Catvrix
    10. Artio
    11. Aventia
    12. Ogmios
    13. Esvs
    14. Antvmnos
    15. Tarvos II (Sequel)
    16. Belenos
    17. Taranis
    18. Nemeton

  • Lineup
    Jonas Wolf: Guitars
    Matteo Sisti: Whistles, Bagpipes & Mandola
    Nicole Ansperger: Fiddle
    Alain Ackermann: Drums
    Chrigel Glanzmann: Vocals, Whistles, Mandola, Bagpipes & Bodhran
    Fabienne Erni: Vocals, Celtic Harp & Mandola
    Kay Brem: Bass
    Michalina Malisz: Hurdy Gurdy
    Rafael Salzmann: Guitars