Loading

NECROPHOBIC – Mark Of The Necrogram

Tornano sulle scene gli svedesi Necrophobic, da anni punto di riferimento per gli amanti delle sonorità blackened death metal tanto in voga nei ’90s.

Anche a questo giro, con “Mark of the Necrogram”, i nostri sfoderano un album veloce, atmosferico, oscuro, aggressivo, ma assolutamente orecchiabile, e condito dal solito occhio di riguardo per le melodie.

Tra richiami ai maestri Dissection (sentire la titletrack) o ai Watain (in “Odium Caecum”), il gruppo svedese colpisce nel segno, senza cambiare di una virgola il proprio tipico sound, ma riuscendo soprattutto a creare interesse nell’ascoltatore rimanendo saldamente ancorato agli stilemi del genere, e riuscendo a superare il non totalmente ispirato precedente lavoro “Womb of Lilithu“.

Se forse volessimo trovare il pelo nell’uovo, potremmo dire che i Necrophobic non osano uscire dalla loro comfort-zone, preferendo mettere nel piatto la solita proposta, nel frattempo divenuta un poco autoreferenziale e derivativa, ma dai Necrophobic non è lecito aspettarsi qualcosa di diverso da questo, la resa finale è comunque buona, e perciò “Mark of the Necrogram” merita di essere promosso e ascoltato.

  • 7/10

  • NECROPHOBIC Mark Of The Necrogram

  • Tracklist

    01. Mark of the Necrogram

    02. Odium Caecum

    03. Tsar Bomba

    04. Lamashtu

    05. Sacrosanct

    06. Pesta

    07. Requiem for a Dying Sun

    08. Crown of Horns

    09. From the Great Above to the Great Below  

    10. Undergången


  • Lineup

    Anders Strokirk: voce

    Sebastian Ramstedt: chitarre

    Johan Bergeback: chitarre

    Alexander Friberg: basso

    Joakim Sterner: batteria


  • Genere black metal, death metal
  • Anno2018
  • Casa discograficaCentury Media Records