Heavyworlds

FIND US ON Facebook Twitter Flickr Youtube
x
 
 
 
 
 
 
You are here::
 
 
Mercoledì 16 Agosto 2017 21:24

SOUL SECRET - Babel

Written by  Valerio Ferrari
Rate this item
(0 votes)
SOUL SECRET - Babel

Il metal tricolore ha sempre subìto, forse ingiustamente, l’esigua considerazione che la musica ottiene nel nostro paese; oltre a questo, spesso tra le band prendono forma antipatie e gelosie che non permettono alla scena di imporsi monoliticamente, risicando quel poco di gloria a costo di grandi fatiche. Questioni di cultura…ma non solo.


Non mi piace ammetterlo ma se band come i Soul Secret fossero nate in Scandinavia o in Germania la loro notorietà sarebbe stata diversa; autori di tre dischi, tra cui un autentico capolavoro come “4” uscito nel 2015, al quintetto partenopeo non sono mai mancate idee e forza di volontà, sia in studio che on stage. “Babel” rappresenta un nuovo, personalissimo, viaggio nel progressive metal melodico, dove l’amore per lo studio delle strutture viene sviscerato con convincente passione.


La produzione è cristallina e melliflua, dolce e visionaria come il lyric concept del disco (veramente originale). I suoni sono puliti come la cristalleria di un castello mentre le performance mostrano non solamente coesione e affiatamento, ma anche il ‘piacere’ di condividere un’arte come quella musicale…con un mixing e un mastering professionali, anche “Babel” rappresenta un figlio nutrito e seguito passo a passo.


Come ogni buon concept che si rispetti la band ha disegnato le songs come atti di un’opera teatrale…da “Prologue” sino alla gigantesca “In The Hardest Times”, vivrete le vicende di Sam e Adriel passando capitoli frenetici come “What We’re All About” e “Awaken By The Light”, più diretti come “Will They?” e “The Cuckoo’s Nest” e il passaggio soave a nome “IogOS”; in “A Shadow On The Surface”, “Entering The City Of Gods” e “Newton’s Law” i Soul Secret faranno uscire il loro meglio, lasciandovi desiderosi di avventurarvi nuovamente in questo disco.


A “Babel” è necessario concedere molti ascolti, dato che rappresenta l’opera più complessa di questo combo; prendetevi tempo, indossate le cuffie, spegnete le luci e assaporatevi un’avventura ‘cosmica’ delineata con intelligenza e pathos.


  • Voto: 7,5
  • Genere: Progressive Metal
  • Sito Web: http://www.soulsecret.net
  • Anno: 2017
  • Casa Discografica: Pride & Joy Music
  • Gruppo:
  • Old Cover:
  • Line Up:

    Claudio Casaburi: Bass

    Luca Di Gennaro: Keyboards

    Lino Di Pietrantonio: Vocals

    Antonio Mocerino: Drums

    Antonio Vittozzi: Guitars


  • Tracklist:

    01. Prologue

    02. What We’re All About

    03. A Shadow On The Surface

    04. Will They?

    05. logOS

    06. Awakened By The Light

    07. Entering The City Of Gods

    08. The Cuckoo’s Nest

    09. Newton’s Law

    10. In The Hardest Of Times


Valerio Ferrari